Canespro, trattamento micosi ungueale




Tuffi, bagni rinfrescanti e lunghe esposizioni solari rendono i capelli più aridi e disidratati che mai! Per evitare brutte sorprese affidati ai validi consigli della nostra esperta. Ti analizzerà, gratuitamente, il capello aiutandoti nella scelta dei prodotti più adatti alle tue esigenze.

OFFERTE E PROMOZIONI > Canespro, trattamento micosi ungueale

Il nostro prezzo: 29,00 € - 19,90 €

Rimozione in 2-3 settimane delle parti di unghie infette da onicomicosi.

Sicurezza ed efficacia clinicamente provate.

 

Ogni confezione contiene:

  • Tubo da 10g di Canespro ungueale
  • urea 40%
  • 22 cerotti impermiabili monouso
  • 1 raschietto di plastica per le unghie

 

Istruzioni per l'uso:

FASE 1: Applicare uno strato sottile di unguento all'urea sull'unghia infetta.

FASE 2: Coprire l'unghia trattata con un cerotto impermiabile incluso nel set. Tenere coperto per 24 ore.

FASE 3: Togliere il cerotto. Dopo il bagno o la doccia, raschiare la parte ammorbidita dell'unghia con il raschietto di plastica incluso. Ripetere i passaggi 1,2 e 3 per 2-3 settimane.




Sponsors
orari turni reperibilità
distributore automatico
consigli stagionali
Reazioni allergiche alle punture di insetto.
Niente trucco sotto il sole? Non è proprio così. In estate e in vacanza ci si trucca di meno, ma i prodotti utilizzati devono essere freschi e leggeri, proteggere dai raggi UV e resistere perfettamente a caldo, acqua e traspirazione.
Esami di maturità: i consigli anti-stress per gli studenti.
Non solo carne: ecco dove possiamo trovare le proteine
Salute: allarme pidocchi, i consigli per debellarli
Come scegliere le scarpe con cui salvaguardare il benessere e l'estetica della più straordinaria macchina di locomozione
Riposo notturno e sonno: l'importanza del cuscino
Mal di testa per 90% italiani. Colpa stress e... social network
Acqua minerale, corretta alimentazione e tanto riposo: alleati naturali contro l'influenza
Le intolleranze alimentari sono più comuni di quel che sembra, anche se spesso non ce ne accorgiamo.
Cibi, relax e libri per un rientro più soft e meno traumatico
Piscine d'estate: come ridurre il rischio di funghi e infezioni
Inutile negarlo. La pelle leggermente dorata regala un aspetto più sano e luminoso e un pizzico di fascino in più. Un aspetto che nessuna “lampada” potrà mai dare.
L'aria d'estate si trasforma in afa? Chiediamo aiuto all'acqua, nostro fedele alleato
SOS Caldo - Quando il caldo si fa sentire: Idratazione, uso di una buona acqua termale, qualche regola da seguire: ecco come comportarsi in caso di necessità
Le scorciatoie per abbronzarsi in fretta non esistono: intrugli fatti in casa o di dubbia provenienza potrebbero rivelarsi molto pericolosi.
Cibi in estate: ecco quali sono le bombe caloriche da evitare
Abbronzatura Sono regole che ormai dovrebbero essere ben note a tutti. Ma pensiamo sia importante tornare a pubblicarle perchè il sole fa bene solo se ci si espone in tutta sicurezza.
Quanto davvero conosciamo il nostro migliore amico quando si tratta di salute e benessere?
Che sia lunga o un breve soggiorno, ecco i consigli sui farmaci da mettere in valigia
Arriva dall’Associazione Italiana dei Gastroenterologi ed endoscopisti Ospedalieri (AIGO) il decalogo con le buone regole per prenderci cura del nostro apparato digerente durante il periodo estivo.
Cibo: la dieta? in coppia e' meglio per 1 italiano su 3
Bellezza: Dermatologi, le rughe? Si combattono a tavola
Una nota dell'Organizzazione mondiale della sanità sottolinea che il totale dei decessi annui nel 2030 potrebbe superare quota 8 milioni. E soltanto 19 Paesi, pari al 15% della popolazione mondiale, si attengono alle migliori pratiche per le avvertenze illustrate.
Bastano delle semplici analisi del sangue per dire se una persona che presenta i geni della malattia la svilupperà veramente o meno. Il test, sviluppato tra Genova e Verona, va alla ricerca degli anticorpi diretti contro un frammento della proteina Vp7 del Rotavirus, presente solo in chi diverrà celiaco.
Il tumore del cavo orale è tra le forme tumorali più diffuse al mondo, altamente invasivo e invalidante. Ma si può prevenire: bastano comportamenti salutari e visite periodiche. E per favorire la prevenzione i dentisti dell’Andi scendono in 80 piazze italiane per fornire un consulto. Fino al 20 giugno visite gratuite negli studi aderenti.
La privazione del sonno induce cambiamenti nel metabolismo, nel sistema immunitario e nel sistema nervoso e potrebbe causare infiammazioni e stress ossidativo
Materiale informativo, opuscoli e una carta dei diritti del paziente cefalagico saranno distribuiti nel corso della giornata, promossa dalla Società Italiana per lo Studio delle Cefalee (SISC) e realizzata con il contributo della Società Internazionale delle Cefalee (IHS) e di Cittadinanzattiva – Active Citizenship Network.
L’AMD ha rielaborato i dati ISTAT 2012, arrivando alla conclusione che dal 2011 il numero di diabetici è aumentato di circa 300 mila unità, sfondando la soglia dei 3 milioni di pazienti. Ma i dati potrebbero essere ancora peggiori nella realtà, poiché molti potrebbero non essersi accorti di essere malati.
La ricerca, in collaborazione con l’Idi e l’Ospedale Sant’Andrea di Roma, è stata finanziata con i fondi dell’Accordo Italia-Usa. Il nuovo metodo basato sulla proteomica consentirà per la prima volta di diagnosticare il melanoma in una fase precoce attraverso un prelievo di sangue e l’analisi del siero.
Dopo la morte di due persone trovate morte a Torrimpietra vicino a Roma per aver ingerito alimenti scaduti o mal conservati, il ministero ha diramato una nota dettagliata su tutti i rischi degli alimenti fatti in casa. E sul modo di prevenire possibili danni alla salute.
Il cardiologo del San Filippo Neri, intervenuto nell'ambito del Simposio "Conoscersi e curare il cuore 2013", ha sottolineato che "che rivaroxaban ha raggiunto l’endpoint primario di efficacia per la prevenzione di ictus". E assicura: "Non è inferiore a warfarin".
Alla base dell’interazione tra cellule tumorali e midollo osseo vi è l’attività della proteina Notch, noto soprattutto perché espresso in cellule dotate di potenzialità staminale e coinvolto nella formazione di neuroni e vasi sanguigni. I risultati di una ricerca in parte italiana aprono la strada a un nuovo approccio terapeutico.
Più della metà dei pazienti trattati non ha presentato recidive durante il primo anno dello studio di estensione; al terzo anno, oltre due terzi dei pazienti in entrambi gli studi ha presentato un livello di disabilità migliore o stabile secondo la scala EDSS. I risultati presentati a San Diego.
Gli interventi al naso non conoscono crisi. Niente scandali tipo quelli sulle protesi e richieste in aumento. Ma oggi si vuole un naso naturale, morbido e dritto con attenzione alla sua funzionalità. Crescono anche gli interventi in campo oncologico. Se ne sta parlando all'International Biennal Masterclass a Milano.
Si tratta di un problema in costante aumento: in Italia il 20% dei bimbi ha oggi problemi di allergia mentre negli anni ’90 ne soffriva solo il 7%. Tra la cause principali di questa impennata gli stili di vita, l’inquinamento, lo stress, il fumo, la cattiva alimentazione e l’eccessiva igiene personale.
Il volume è stato elaborato da un comitato scientifico di esperti in materia con lo scopo di analizzare il fenomeno e veicolare un corretto utilizzo degli integratori. Attenzione particolare è dedicata al tema della pubblicità e della corretta informazione.
Si chiama rr-P3HT. A differenza dei materiali metallici, o a base di silicio, è soffice, leggero, flessibile e altamente biocompatibile, oltre che essere naturalmente sensibile alla luce visibile. La ricerca apre la possibilità alla realizzazione di un sostituto artificiale organico della retina umana.
Colpisce circa 1 bambino su 4000 e si manifesta con malformazioni cardiache, anomalie del palato, alterazioni del sistema immunitario o del metabolismo e particolari tratti del volto. Un ricerca su American Journal of Human Genetics svela possibili origini della mutazione genetica. Nell'equipe anche il Bambino Gesù.
Si tratta di nanpolarticelle in grado di attraversare la massa densa che circonda il tumore e di trasportare il medicinale in maniera selettiva nelle cellule malate, in concentrazioni maggiori (+33%) e senza danneggiare i tessuti sani. Cascinu (Aiom): “E' un’arma efficace per sconfiggere la malattia”.
Niente rimborso del Ssn per questa malattia cronica che provoca incontinenza urinaria nel 60% delle donne colpite. Ma per gli uomini con disturbi delle basse vie urinarie i farmaci sono erogati senza limitazione. Se ne è parlato a Milano al Congresso dell'European association of urology..
Il dato evidenziato nel 1° Meeting dell'Associazione di chirurgia plastica ed estetica che punta il dito contro i "non professionisti". E' loro la colpa se il 20% degli interventi viene effettuato per riparare infezioni, paralisi e asimmetrie scaturite da interventi non appropriati e dall'utilizzo di sostanze non certificate.
Ospedali e farmacie continuano a mettere ostacoli all'erogazione dei farmaci. Secondo l'associazione "adducendo impropriamente motici di obiezione di coscienza". Un bilancio dell'iniziativa Aied che ha coinvolto 112 donne di cui l’82% adolescenti.
Il 50% delle pazienti in terapia torna ad ovulare dopo circa un mese e l’88% ripristina il ciclo mestruale dopo 3 mesi. Vittorio Unfer, vice presidente LO.LI chiarifica tutti i benefici dello "zucchero" alcolico sulla funzione ovarica e sui parametri metabolici. Lo studio pubblicato su Gynecological Endocrinology.
Il risultato è stato conseguito grazie a un esteso piano di vaccinazione orale nelle volpi e all’obbligo di vaccinazione nelle zone a rischio dei cani e degli animali da pascolo. Un piano di vaccinazione nelle volpi sarà mantenuto in Friuli Venezia Giulia per via del rischio permanente nell’area balcanica limitrofa.
Le due associazioni ricordano che dopo 2 mesi dal via libera dell'Aifa per esponsabilità di alcune Regioni si continuano a registyrare ostacoli per accedere alle nuove terapie. Situazione critica in Calabria, Emilia Romagna, Marche, Sardegna, Sicilia.
E' il risultato cui è giunto uno studio realizzato dall'Istituto superiore di sanità e pubblicato sul Journal of Alternative and Complementary Medicine. "I cani sono in grado di rispondere affettivamente all'attenzione umana, reagendo con comportamenti di tipo sociale e ispirando sentimenti positivi".
Il farmaco ha dimostrato un buon profilo di sicurezza e una buona efficacia in uno studio pubblicato su New England Journal of Medicine: secondo i dati riduce del 92% il rischio di recidiva rispetto a placebo e del 46% del rischio di sanguinamenti clinicamente significativi.
Ottimismo tra i ricercatori per la prossima sperimentazione sull'uomo di questo nuovo approccio farmacologico che ha come bersaglio le cellule staminali endogene adulte. Potrebbe diventare un trattamento efficace dei disordini degenerativi muscolari. La ricerca presentata in anteprima alla Conferenza che si chiude oggi a Roma.
Il “Novel Treatment Award”, istituito solo quest’anno per riconoscimento a quei nuovi farmaci o terapie che contribuiscono in modo significativo al trattamento delle malattie lisosomiali, è stato consegnato a Shire Human Genetic Therapies e al suo farmaco, in occasione del Simposio mondiale del Network.
L’ok arriva a seguito di due studi di fase III che dimostravano la sicurezza e l’efficacia di una dose di ocriplasmina. Il farmaco è rivolto ai 300 mila pazienti europei che soffrono della condizione progressiva legata all’età, che fino ad oggi non avevano opzioni, oltre all’attesa dell’intervento chirurgico.
Dopo il primo ciclo di trattamento di un glioblastoma è difficile comprendere se la terapia funzioni. Almeno fino ad oggi: considerando forma, densità e tasso di crescita alcuni scienziati sono riusciti a predire l’efficacia di opzioni terapeutiche diverse e le possibilità di sopravvivenza dei pazienti.
Non è lo slogan di un dietologo, ma il risultato di uno studio spagnolo condotto sui topi: tagliare l’apporto calorico del 40% allunga la vita di un quinto e diminuisce il rischio di sviluppare cancro del 40%. Con effetti benefici anche su osteoporosi, metabolismo del glucosio, mobilità.
Il documento è stato stilato dal Ministero della Salute ed è rivolto a tutti gli specialisti. Obiettivo: promuovere la salute orale e prevenire le patologie orali nei soggetti tossicodipendenti e nel contempo evitare le infezioni occupazionali e tutelare i professionisti.
Perché le donne sono più inclini degli uomini a sviluppare malattie come lupus, sclerosi multipla e artrite reumatoide? Secondo uno studio su Science, nei topi la differenza potrebbe essere da cercare nella diversa flora batterica che risiede nel tubo digerente delle prime e dei secondi.
Al di là della disputa su come bisognerebbe usare il sangue cordonale raccolto dopo il parto, la comunità scientifica si sta oggi domandando come aumentare il numero di campioni nelle biobanche. Uno studio della LUISS svela un possibile metodo, basato sulla collaborazione tra pubblico e privato.
La ricerca arriva dal Beijing Genomics Institute, e mostra come alcune varianti genetiche siano associate ad una minore sensibilità al dolore. Lo studio – svolto in collaborazione con l’industria e pubblicato su PLoS Genetics – apre la strada anche allo sviluppo di opzioni terapeutiche promettenti.
Tuttavia il risultato non è poi così male, sottolineano i ricercatori di Epidemiologia e Prevenzione. Soprattutto in tempo di crisi. Grazie ai 4,3 milioni di screening effettuati sono stati identificati e trattati più di 6 mila cancri alla mammella e altre migliaia di tumori. Il vero problema resta però il divario tra Nord e Sud.
Si conferma al momento una virulenza minore anche se comunque è stata superata la soglia dei 2 casi ogni 1000 assistiti. Per questo l’Istituto dichiara aperto il “periodo epidemico”. A ridosso del Natale sono stati 132 mila gli italiani contagiati dal virus.
E' la particella scoperta al Cerm ad aggiudicarsi il primo posto tra le ricerche più importanti del 2012. Ma la genetica è la protagonista con 3 studi su 10. Dal progetto Encode, all' ingegneria sul Dna fino al genoma di un’antenata dell’Homo Sapiens, vissuta 50 anni fa. E poi fertilità, struttura delle proteine e storia del braccio robotico comandato col pensiero.
Sono stati alcuni scienziati del Cnr a individuare il link funzionale tra un difetto epigenetico e una forma genetica di epilessia maligna, associata all’instabilità delle triplette del gene ARX. Lo studio getta le basi per una ricerca mirata a imitare i danni che le convulsioni producono sullo sviluppo neurologico.
Una malattia infiammatoria molto dolorosa che colpisce più del 7% degli over 65 anni italiani. Uno studio internazionale apre ora la via allo sviluppo di nuovi farmaci. Gli scienziati dell’Università Cattolica e del Policlinico Gemelli di Roma hanno collaborato al risultato insieme ad altri 9 centri italiani.
Lo studio pubblicato su PLoS One potrebbe portare allo sviluppo di nuove opzioni terapeutiche. Alla base del processo di rigenerazione dei tessuti – anche nel caso di distrofia o altri danni muscolari – sarebbero due enzimi chiave: l’alfa-enolasi e le plasmine.
Sviluppati con l’aiuto degli scienziati del Gaslini di Genova sembrano essere in grado di indurre remissione della malattia o comunque un miglioramento molto importante. A dirlo due studi che sono valsi la pubblicazione su New England Journal of Medicine e che potrebbero aprire nuove opzioni terapeutiche.
Corretta alimentazione, esercizio fisico, sicurezza economica, servizi domotici e tecnologia per controllare la nostra salute. Questo il vademecum per una longevità di qualità promosso dall’associazione al congresso nazionale della Sigg in corso a Milano.
Questo l’approccio degli adolescenti italiani sul sesso e la contraccezione. Il dato è emerso dalle oltre 23 mila richieste d’aiuto (il 44% del totale), rivolte allo sportello on line ‘Chiedilo agli esperti’ di Diregiovani.it.
Il 50% delle donne, però, preferisce tacere. È il risultato di un’indagine internazionale condotta su circa 4000 donne di età compresa tra i 55 e i 65 anni che presentavano sintomi riferibili all’atrofia vaginale e sui loro partner in 9 Paesi del mondo tra cui l’Italia.
Questo l’esito dei controlli gratuiti effettuati dagli specialisti nel corso della 3 giorni fieristica milanese “G! Come Giocare”. Dati non meno allarmanti per gli adulti: al 22% delle persone gli ottici hanno consigliato una visita più approfondita a causa del peggioramento o della accertata scarsità di visione.
Quando si parla di tumori urologici l’approccio può cambiare anche molto da paziente a paziente e da neoplasia a neoplasia. Due specialisti del carcinoma renale e di quello prostatico ci hanno parlato delle novità a margine del Congresso Regionale SIUrO che si è tenuto a Ferrara la scorsa settimana.
Un italiano su 5 è un malato “complesso” affetto da più di una malattia. Dal cancro allo scompenso cardiaco all’ictus, dalla polmonite alle Bpco e molte altre ancora. Secondo uno studio Usa, nella Medicina Interna, degenze più brevi e costo assistenza inferiore di 282 dollari per paziente trattato.
Il quesito se lo pone il Congresso nazionale di Scienza e Vita giunto alla sua decima edizione. Durata della crioconservazione, conseguenze delle procedure sull’evolutività degli embrioni allo scongelamento, il destino degli embrioni abbandonati. Queste le domande al centro della due giorni di lavori a Roma.
“Tagli e sconti lineari o Innovazione organizzativa e gestionale”. Confronto a tutto campo al Forum di Arezzo sul Risk Management tra Regioni, Asl, Confindustria, Biomedicali, Farmacie e Agenas. Bissoni (Agenas): “Puntare sull'innovazione è indispensabile”.
L’accordo è stato sottoscritto da Pain Alliance Europe, Active Citizenship Network e Grünenthal, che si sono impegnate dal punto di vista politico, scientifico e finanziario a portare a termine il progetto entro dicembre 2014, quando saranno pubblicate le Raccomandazioni per i Percorsi di Cura dei Pazienti con Dolore.
La Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse ha eletto nel suo Consensus paper – frutto del lavoro di 7 esperti sull’argomento - l’associazione calcipotriolo/betamesone in gel "la terapia di prima scelta" nel trattamento della psoriasi di grado lieve-moderato.
La nuova interfaccia Aifa-Aziende farmaceutiche permetterà di alimentare il database, attualmente in fase di test, per rendere disponibili ad Aziende, operatori sanitari e cittadini tutte le informazioni ufficiali sui farmaci (fogli illustrativi, riassunti delle caratteristiche del prodotto etc.).
Il 37% delle donne non ha indicazioni di una documentata esposizione professionale a fibre di asbesto. Il dato emerso nel corso del 10 Congresso Lombardia dei medici internisti Fadoi che raccomandano un approfondimento accurato dei pazienti con versamenti pleurici primitivi.
È l’intolleranza alimentare più frequente, diffusa soprattutto tra le donne (in Italia oltre 96.000 diagnosi contro le 38.600 degli uomini). Cresce l'attenzione, ma i casi accertati sarebbero solo un quarto di quelli reali. Dal ministero la mappa dei numeri, delle leggi e dei centri per gestire la celiachia.
Per l’associazione "l’errore nel ritiro dei vaccini” Novartis per sospetta mancanza di sicurezza ha creato “un gran polverone che mette seriamente a rischio la campagna vaccinale. Ora è necessario mettere in campo sforzi straordinari per comunicare quanto sia importante vaccinarsi”.
Nei giorni scorsi alcuni lotti, mai distribuiti e dunque non presenti sul mercato, erano stati bloccati in via cautelare per effettuare una serie di controlli di sicurezza più approfonditi. Oggi i lotti sono stati sbloccati: le analisi hanno confermato l’assenza di difetti di qualità sui lotti commercializzati.
Grazie a un particolare modello 3D, sviluppato insieme da ricercatori italiani e statunitensi, è possibile riconoscere le fasi iniziali della patologia e comprenderne l’aggressività. In particolare, la tecnica permette di scovare marker per le cellule invasive nel tumore, tramite l’analisi del gene hMENA.
Se entro 22 mesi dal trapianto di tessuti malati su modello animale con deficit immunitario è possibile riscontrare il tumore nel sangue, allora lo stesso melanoma darà luogo a metastasi anche sull’uomo. La corrispondenza - mai osservata prima – raccontata in uno studio su Science Translational Medicine.
Si chiama l’iperidrosi ed è quella patologia che fa sudare costantemente mani e corpo. Poco diagnosticata, può essere però curata con un piccolo intervento chirurgico che silenzi il nervo interessato. Al Gemelli di Roma una nuova tecnica che invece di tagliare il nervo, lo comprime con una clip in titanio.
La maggior parte, infatti, pensa che si tratti di un raffreddore. Lo rileva un’indagine condotta in Italia, Francia, Germania e Spagna. Per il 67% degli intervistati il disturbo ha un forte impatto sulla vita quotidiana (67%), ma per il 64% è una condizione con cui si può convivere.
L'inchiesta sui prodotti della Crucell e della Novartis è stata aperta a seguito di un esposto presentato dal Codacons. Ipotizzati i reati di interruzione di pubblico servizio, omissione di atti d'ufficio, adulterazione di farmaci e inadempimenti di contratti di pubblica salute.
Il farmaco aveva già dimostrato buoni risultati nell’adulto come terapia aggiuntiva e per questo era stato approvato dalla Commissione europea nella prima metà del 2012. Oggi arrivano nuovi dati: il mannitolo in polvere migliora significativamente la funzione polmonare in pazienti con infezione respiratoria cronica.
L’Aieop chiede l’istituzione di un Registro oncologico pediatrico nazionale e più risorse per approfondire il quadro ed elaborare soluzioni, anche in riferimento all’allarme nella zona di Taranto. In Italia l’incidenza dei tumori infantili negli anni ‘80-‘90 avrebbe registrato un incremento medio annuo del 2%.
Più di 8.000 pazienti in 400 centri di ricerca in 38 nazioni nel mondo. Questi i numeri di Hokusai-VTE, trial per la sperimentazione di edoxaban in monosomministrazione giornaliera in pazienti con trombosi venosa profonda e/o embolia polmonare sintomatiche.
Se si è sovrappeso e sedentari, fare attività fisica regolarmente non serve soltanto a rimettersi in forma. Ma anzi, rende più intelligenti, migliora le capacità mnemoniche e la capacità di prendere decisioni. A dirlo uno studio canadese. Ma bisogna fare sport almeno due volte (oppure 150 minuti) a settimana.
Web, smartphone e tablet: saranno questi i veicoli dell’iniziativa “APPelle” promossa dall’Associazione per la difesa degli psoriasici. Il servizio, del tutto gratuito, utilizza un servizio di geolocalizzazione per trovare i centri di cura più vicini ed è dotato di un diario per monitorare il decorso della malattia.
A rivelare il dato è stato Pierluigi Morelli, presidente di Teleserenità, franchising nel settore dei servizi per malati e anziani. Su 1000 operatrici, quasi 200 sono italiane. Probabilmente la crisi le sta spingendo a cercare di tamponare le difficoltà economiche proponendosi per questi lavori.
Il nuovo servizio, presentato nel corso del congresso nazionale della Società italiana di urologia, nasce da una collaborazione con Bayer. L'obiettivo è la condivisione di contenuti e servizi, conoscenze ed esperienze professionali, al fine di mantenere alto il livello di aggiornamento.
Il Centro milanese ha invitato alla massima cautela ed attenzione ora che si è nel pieno della stagione della raccolta. In meno di un mese, per ingestione di funghi non controllati, sono stati già necessari alcuni trapianti di fegato mentre altri pazienti si trovano in gravi condizioni.
Per informare e sensibilizzare i cittadini e la comunità scientifica su una patologia ancora troppo sottostimata, l’Accademia nazionale di citologia nasale (Aicna) promuoverà l’8 novembre la giornata nazionale ‘Il mio naso ribelle’. Test gratuiti in 50 centri rinologici d’Italia.
Il ruolo della nuova e attesa classe di farmaci inibitori del riassorbimento renale del glucosio (inibitori del SGLT-2) è al centro del dibattito al 6° Convegno nazionale del Centro Studi e Ricerche e Fondazione dell’Amd. Il primo inibitore dovrebbe essere disponibile entro il 2013.
Un tumore sia molto spaventoso, senza dubbio, soprattutto se riconosciuto a stadio avanzato. Ma oggi la speranza di vita migliora anche in fase metastatica, per i pazienti colpiti prevalentemente al fegato, più che raddoppiata nelle persone trattate con SIR-Spheres, microsfere in resina usate in ambito oncologico: da 3,5 mesi a 8,3.
l lavoro su staminali tumorali nel liomiosarcoma, condotto dal gruppo di ricerca di Ruggero De Maria, direttore scientifico dell'Istituto Tumori Regina Elena è stato pubblicato su PlosOne. De Maria: “Puntiamo ora a potenziare cocktail terapeutico per nuovo trial”.
Si celebra oggi la Giornata Mondiale del Malato Reumatico. Onda l’ancia allarme sul dolore cronico e sugli aspetti sociali e psicologici del disturbo. Rinunciare alla maternità e alla sessualità, svegliarsi con rigidità e funzionalità compromesse sono le conseguenze più frequenti.
La terapia orale in mono somministrazione giornaliera avrebbbe confermato il profilo di sicurezza, dimostrando significativi benefici nell’arco dei primi tre mesi sulle ricadute, ed entro 6 mesi sulla perdita di volume cerebrale.
A lanciare l’allarme è la Società Italiana di Psichiatria. Serve “maggiore attenzione da parte delle Istituzioni e più finanziamenti dedicati”. E poi attenzione alle “solitudini invisibili”.
Accendere i riflettori sulla salute dei minori e sul bisogno di risorse per prendersi carico dei loro problemi a partire dall’autismo. Questo il senso del Convegno organizzato da Paola Binetti, Udc, su un disturbo complesso di cui si ignorano le cause e che per curarlo non esistono medicine.
Le quattro molecole permettono all’organismo di ottenere glucosio a partire dall’amido, ma talvolta possono essere mancanti o mal funzionanti. Per controllarne le funzionalità, però, potrebbero bastare alcuni inibitori selettivi, aiutando il metabolismo di diabetici e persone tendenti all’obesità.
La Società italiana dell’ipertensione arteriosa lancia un progetto per migliorare gli stili di vita e la misurazione della pressione arteriosa a domicilio e in farmacia, potenziare l'informazione e la cooperazione con tutti gli operatori sanitari, diffondere linee guida e raccomandazioni terapeutiche semplificate.
In particolare sarebbe una proteina contenuta in esso a ridurre il tasso di mutazioni genetiche presenti nei tessuti malati. Come? Allungando i tempi del ciclo cellulare e così dando alle cellule più tempo per ripararli. Ma il latte potrebbe non fare bene solo per il carcinoma del colon.
Altrettanto importante, secondo il presidente Alessandro Sidoli, “sarebbe ridurre il ticket per l’autorizzazione che oggi varia a livello regionale e che per il suo valore, intorno ai 300 euro, incide sulla decisione dei genitori”.
Questa, infatti, è la spesa che il Ssn potrebbe risparmiare ogni anno se la copertura fosse ottimale. Igienisti e operatori sanitari lanciano un appello alle istituzioni: abbassare l’età vaccinale dai 65 anni ai 60, permettendo così di raggiungere più persone con il vaccino gratuito.
Pensata per i Mmg, ecco la prima App per iPhone e iPad dedicata alle attività di farmacovigilanza. Adr-Fimmg-Aifa ha l’obiettivo di fornire un supporto per generare e inviare i moduli relativi alle segnalazioni delle reazioni avverse ai farmaci e per consultare la lista di trasparenza e rimborsabilità dei farmaci.
L'operazione internazionale, coordinata dall'Interpol, ha permesso di distruggere una rete della criminalità organizzata che vendeva illecitamente farmaci online in oltre 100 Paesi. Prodotti sequestrati per un valore di 10,5 milioni di dollari. Circa 80 gli arresti.
Il nuovo farmaco sperimentale migliorerebbe i sintomi più comuni correlati al carcinoma polmonare, ottenendo un miglioramento sia dal punto di vista fisico e cognitivo, che da quello della qualità della vita complessiva dei pazienti. Ecco i risultati dello studio LUX-Lung 3 presentati al congresso Esmo a Vienna.
I medici di famiglia e i medici igienisti, inoltre, avvieranno un monitoraggio delle esperienze territoriali d’eccellenza da inserire in un documento di posizione delle due società per estenderle come buone pratiche nel resto del Paese.
L'iniziativa della Neonatologia del S. Orsola, in collaborazione con Granarolo, per aumentare la possibilità di sopravvivenza dei nati prematuri quando la mamma non ha latte a sufficienza. La raccolta del latte sarà fatta direttamente a casa delle mamme donatrici. Obiettivo: 600 litri di latte donato.
Il 34% dei medici specialisti e dei dentisti evade il fisco. Per i cittadini che hanno risposto all’indagine Eures, l’evasione è anche diffusa tra psichiatri/psicologi (40%), dietologi e nutrizionisti (38%) e veterinari (25,3%). Tra gli esercizi commerciali, le farmacie sono tra quelle con il comportamento fiscale più virtuoso con solo il 2,3% di casi di evasione, anche se il dato è in crescita rispetto al passato (1,6% nel 2004).
Sensibilizzare le donne su un importante problema che spesso resta sommerso e informarle sui centri specializzati a cui rivolgersi per curare il dolore. Questi gli obiettivi del ciclo di convegni promossi in tutta Italia da DonnEuropee Federcasalinghe in collaborazione con il Centro Studi Mundipharma.
Può sembrare paradossale, ma alcuni scienziati tedeschi hanno dimostrato come la patologia che porta a una degenerazione dei nervi possa avere come conseguenza una velocità di apprendimento doppia rispetto al normale. La spiegazione sarebbe nell’aumentato rilascio del neurotrasmettitore glutammato.
La ricerca del San Raffaele di Milano ha testato l'uso di inibitori dei processi che portano al danneggiamento del tessuto trapiantato nel caso di trapianto delle cosiddette "isole di Langerhans", cellule del pancreas capaci di reintegrare la secrezione endogena di insulina in caso di diabete.
Si tratta di un farmaco pensato come terapia di prima linea nei pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule, sui quali ha ottenuto risultati senza precedenti: l’inibitore dei recettori ErbB ha infattidimostrato la superiorità rispetto al gold standard nei pazienti di stadio IIIb o IV positivo per mutazione di EGFR.
Il dolore nei bambini è sempre reale per il 63% dei pediatri.
Dalla Fimp una serie di consigli per garantire il giusto apporto di liquidi ai bambini, scegliendo però le bevande giuste.
Non è ancora una cura, precisano dal team dell’IIT che ha realizzato lo studio, ma sicuramente promette bene. Potrebbe correggere i deficit nella trasmissione nervosa e i comportamenti autistici. Ripristinando la corretta produzione di una molecola nota come 2-AG, sostanza ‘simile alla cannabis’ ma prodotta dal cervello.
Il Ministero della Salute ha reso note le immagini degli alcolici contraffatti che hanno causato la morte di 19 persone per intossicazione la scorsa settimana in Repubblica Ceca, sottolineando come in Italia non risultino prodotti alimentari in commercio contenenti metanolo.
La probabile causa dell'80% dei casi di mesotelioma in Italia è dovuta all'esposizione all'asbesto: questo ed altri dati sono diffusi nell’ultimo Quaderno del Ministero, proprio su questa ’“emergenza nazionale”. Compreso quello dell'incidenza di questo tumore: se in Italia in media è di meno di 5 casi ogni 100 mila persone, nei luoghi più colpiti supera gli 80.
Si tratta di due ricerche diverse. Una punta su un antibiotico, la piridomicina, estratto da un batterio che si trova naturalmente nel terriccio. L'altra su una vecchia molecola antiinfiammatoria, l'ossifenbutazone, che sembrerebbe efficace ma non priva di forti controindicazioni.
La molecola anti Hiv, la prima indicata anche per la prevenzione su soggetti non sieropositivi, funziona anche se presa con meno regolarità rispetto alla posologia quotidiana e l’infezione è scongiurata in oltre il 90% dei casi. Ma gli scienziati ricordano: “è sempre meglio assumerla ogni giorno, secondo indicazione”.
Potrebbe essere usato per un vaccino valido per molti sottotipi di influenza A, la più pericolosa: H1, H2, H3 e H9. Si tratta dell’anticorpo C05, che si lega ad una delle strutture più importanti e meno variabili del virus, quella con cui si “aggrappa” alle cellule. Oltre che per l’immunizzazione universale, potrebbe essere utile anche come terapia.
Inibire una proteina endogena del sangue, chiamata Mannose Binding Lectin (MBL), ridurrebbe il danno cerebrale causato da ictus, consentendo di allungare utilmente il tempo di intervento fino a quasi 24 ore. Una ricerca internazionale cui hanno partecipato anche il Mario Negri e l'Università di Milano.
Il farmaco, usato come opzione di prima linea per i pazienti affetti da diabete mellito di tipo 2, è sempre stato sconsigliato a chi avesse danni renali anche lievi per paura degli effetti collaterali. Ma oggi uno studio svedese dimostrerebbe che questo rischio maggiore non esiste. A meno che i problemi renali non siano veramente gravi.
E' una proteina del muscolo cardiaco, usata spesso come biomarker per gli attacchi cardiaci. Ma una ricerca svela che potrebbe avere anche un ruolo attivo negli scompensi e nelle insufficienza cardiache. Da qui l'idea che da "semplice" marker potrebbe trasformarsi anche in terapia.
Uno studio durato due anni, condotto in otto paesi Ue, con il coinvolgimento di più di 500 pazienti monitorati per oltre sei mila ore. Questi in sintesi i numeri della ricerca svolta dalla Menarini che ha sviluppato una molecola originale “Ibodutant” per il trattamento della sindrome del colon irritabile
C’è voluto tempo e ingegno, ma finalmente osservare virtualmente il movimento del cuore in dettaglio è possibile: servono microscopi, un elettrocardiografo, un computer e un semplice ventilatore. E così si può non solo fotografare il muscolo senza doverlo fermare, ma anche osservare meccanismi biologici a livello cellulare.
Dopo la Toscana, è la seconda regione ad approvare una norma sulla distribuzione di farmaci a base di cannabinoidi per scopi terapeutici. La legge, proposta da Fds-Sel e approvata all’unanimità, propone l’inserimento di questi medicinali nel servizio regionale per renderli accessibili ai pazienti.
L’osservazione di un alterato funzionamento della trasmissione degli impulsi tramite tomografia a emissione di positroni, o il rilevamento nel cervello di placche beta-amilodi con la stessa tecnica, potrebbe essere il futuro della diagnosi della patologia. A dirlo due studi, di cui uno italiano. Forse presto anche il metodo per predire l’aggressività.
Il provvedimento entrato ieri in vigore, che prevede il divieto di impianti alle minorenni ed altre norme per regolamentare il settore, secondo l'Associazione italiana di chirurgia plastica estetica, sancisce finalmente “il principio della competenza in un campo dove abbondano i professionisti improvvisati”.
L’attività e la dimensione della particolare porzione del cervello che si trova tra il lobo parietale e quello temporale determina quanto si è disposti a capire delle persone che si hanno di fronte, e aiutarle. Ma la capacità – spiegano gli scienziati – può anche essere sviluppata con un “allenamento” specifico.
Già noti per i possibili danni al sistema riproduttivo, al fegato e ai reni, i ftalati vengono di nuovo messi sotto accusa da uno studio statunitense che ha evidenziato che potrebbero creare problemi anche al controllo del glucosio. In alcuni casi si è infatti registrato un raddoppio dei livelli nell'organismo.
D’estate si trascorre molto più tempo all’aria aperta e c’è maggior rischio di punture di insetti che nei soggetti allergici possono portare a shock anafilattico. La Fondazione Maugeri si occupa della gestione di pazienti allergici attraverso esami specialistici e immunoterapia
Non è raro che le pazienti in trattamento chemioterapico per tumore al seno presentino a seguito della terapia un’importante diminuzione del numero di granulociti. I due farmaci oncologici biologici hanno dimostrato di poter ridurre la durata del problema, ristabilendo in parte le difese immunitarie.
Il 51% degli italiani affetti da cancro al seno o alla prostata che sono stati colpiti da complicanze ossee non sapevano di poterne essere vittima. E il 69% non ha sentito parlare di eventi scheletrici secondari finché non ha dovuto affrontarli. Ecco i risultati di un’indagine europea: il quadro italiano non è rassicurante, ma migliore degli altri.
A dirlo non son i primi arrivati: ricercatori dell’Università di Southampton, della Harvard Medical School e della Northern Arizona University vogliono ridare ai placebo la loro dignità. “Hanno effetti benefici duraturi e documentati, perché il consenso sia veramente informato bisogna dirlo ai pazienti”.
“Se il cancro fosse dovuto solo alle mutazioni genetiche dovremmo avere un rischio maggiore di sviluppo nell’adolescenza, quando si accumula la maggior parte di esse”. Le cause da ricercare piuttosto nel deterioramento del meccanismo di difesa degli organismi più vecchi. La ricerca su Oncogene.
Una ricerca che potrebbe mettere fine alla polemica che riguarda le staminali embrionali e risolvere alcuni altri problemi che pongono le staminali adulte riprogrammate: per ottenere staminali pluripotenti – le più versatili – dal liquido amniotico basta aggiungere acido valproico alla coltura.
L’obiettivo è diffondere la conoscenza e l’applicazione della TAVI, tecnica mini-invasivadi sostituzione della valvola aortica, che approvata da anni ancora stenta a venire applicata: studi ne hanno dimostrato la superiorità rispetto all’intervento chirurgico normale, ma la tecnica è stata a lungo osteggiata. Ecco perché nasce il Gruppo di lavoro per l’appropriatezza.
Cosa succede nei circuiti nervosi quando percepiamo un suono o una luce? Lo hanno spiegato alcuni ricercatori italiani: le aree sensoriali si inibiscono e stimolano a vicenda, quasi fossero in competizione, per poi attivarsi in maniera gerarchica. Lo studio potrebbe portare a nuove terapie di riparazione cellulare.
Mantiene in memoria in che giorni e in che ore si hanno avuti valori di glicemia più alti o più bassi della giusta soglia e se questi squilibri si ripetono per troppi giorni avvisa con un messaggio colorato sul display. “Lievi ipoglicemie frequenti sono spesso seguite da un evento grave”, spiegano gli esperti, “ecco perché il semaforo è così innovativo”.
Più correttamente il problema non sarebbe di vista, quanto più nella traduzione dell’immagine che si vede guardando allo specchio in quella che viene immagazzinata nel cervello. Il meccanismo si chiama blocco allocentrico, un vero e proprio ingranaggio inceppato.
Il rendimento scolastico dipende anche da quello che si mangia: il ferro e lo zinco influiscono sulle performance scolastiche, specie per le ragazze. A confermarlo è uno studio condotto dal Servizio di Fisiopatologia Metabolico-nutrizionale dell’Irccs Fondazione Maugeri.
Addormentarsi al volante è la prima causa di incidenti stradali in Italia e la tazzina di caffé non basta. L'unica soluzione quando si avvertono i sintomi è fare un sonnellino di almeno 30 minuti. Il problema insorge anche in relazione all'obesità.
Colpa anche della cattiva alimentazione e dei cattivi stili di vita. Secondo una ricerca dell’Osservatorio nutrizionale Grana Padano, composto da medici e dietisti, mediamente il 33% delle porzioni settimanali ingerite da una persona sono “aggressive”.
Il valore del settore nutraceutico, dell’area cura, bellezza e igiene personale nelle farmacie è cresciuto del 2,7% negli ultimi tre anni. Una tendenza che, secondo gli esperti, è legata al desiderio di benessere e cura di sé degli italiani. Pace (Fofi): “Non solo per i farmaci, ma anche in questo campo il farmacista è garante della sicurezza e della qualità del prodotto”.
Glioblastoma: uno dei tumori più aggressivi e più difficili da trattare, per via della facilità con cui si estende ai tessuti sani del cervello. Tutta colpa di una proteina. Più i tessuti ne sono ricchi, più il tumore è aggressivo. Ma la molecola sarebbe bloccata dal bumetanide, un diuretico già in commercio.
“SAVE LIVES: Clean Your Hands” è una campagna annuale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che si svolge ogni 5 maggio. Lo scopo? Ricordare a medici e pazienti l’importanza dell’igiene delle estremità, per combattere le diffusissime infezioni correlate all’assistenza: un problema che riguarda un paziente su dieci.
I rischi legati all’acquisto di farmaci online sono noti, ma finché a continuerà a diffondersi l’impressione che il farmaco sia un bene di consumo qualsiasi, che può essere “conveniente” o “di prima scelta”, che in alcune situazioni può rappresentare “un’occasione” e sul quale si può “fare un affare” , tragedie isolate come quella di Barletta sono destinate a moltiplicarsi.
Il motivo? Ci sono pochi medici specificatamente formati. Da qui il corso dedicato a questo metodo di chirurgia toracica mininvasiva del Centro Congressi Humanitas. La VATS fu inventata in Italia negli anni Novanta ed oggi è diffusa nel mondo per i suoi molteplici vantaggi.
La crioconservazione degli embrioni o delle cellule uovo è da decenni un’opzione per le donne cui viene diagnosticato un cancro: metà delle donne vorrebbero farlo, ma poi solo il 4% si sottopone alla procedura. I problemi? Il prezzo troppo alto o lo stress cui già sono sottoposte per la cura.
Trial di "fase 1" sull’anticorpo monoclonale REGN727 stanno dando risultati inaspettati: un controllo del colesterolo forse anche migliore di quello delle statine e pochi effetti collaterali. I ricercatori: “I risultati sono molto promettenti, ma ancora non conosciamo gli effetti su tempi più lunghi”.
Più di 12 litri di alcol puro l’anno pro capite, ovvero più di tre drink al giorno. E tra i 15 e i 64 anni quasi il 12% delle morti è conseguenza dell'alcol. Allo studio misure drastiche: pene più severe per chi beve e guida, niente pubblicità e aumento prezzi.
Mentre cinque su dieci non ci sono mai riusciti, e circa tre su dieci non hanno mai provato ad abbandonare il vizio del fumo. Sono questi i risultati di un’indagine condotta dalla Fondazione Umberto Veronesi e la Fondazione Pfizer, nell’ambito della Campagna No Smoking Be Happy.
Una specifica classe di proteine può aiutare la patologia a progredire, aumentando la possibilità di sviluppare le mutazioni genetiche che ne sono alla base. Un farmaco inibitore di queste molecole potrebbe dunque rallentarne lo sviluppo, ma servono ulteriori test.
L’impatto del tumore in stadio terminale sembra non essere forte solo sul paziente, ma anche sui familiari o gli amici che se ne occupano. Tanto che questi sono a rischio di sviluppare patologie sia psicologiche che fisiche. Uno studio delluniversità di Bologna e dell'Ant Onlus.
Negli ultimi 8 anni, in Italia, le sperimentazioni cliniche nell'ambito delle malattie rare "sono aumentate quasi del 300%", spiega Dompé. Ma per il genetista Dalla Piccola occorre "uscire dalla logica di un elenco chiuso" di queste patologie. Almeno il 70% dei malati rari sono bambini.
Se i problemi di udito si tramandano di madre in figlio il perché è da ricercarsi nei mitocondri. Quando è danneggiato il Dna di questi organelli, che hanno numerose funzioni importanti per l’organismo, si innescano dei processi biologici che portano alla sordità. Lo studio su Cell.
Il vandetanib è il primo farmaco disponibile per la cura del carcinoma midollare della tiroide localmente avanzato o metastatico. Dopo quello del CHMP arriva anche l’ok dalla Commissione Europea, che permetterà al farmaco di essere venduto in tutti i 27 stati membri.
Nelle scimmie l’infezione sembra sabotare il delicato equilibrio tra i linfociti T che attaccano il virus e le cellule Treg che sopprimono il sistema di difese dell’organismo, aumentando il numero di queste ultime. un meccanismo che potrebbe essere usato come bersaglio terapeutico. .
Nei topi uno stesso gene codifica due recettori diversi, che si trovano entrambi sulla superficie dei neuroni. Una versione innesca il processo che porta al rilascio di cortisolo, l’altra lo blocca. Un meccanismo che potrebbe curare schizofrenia, depressione, stress post-traumatico.
Per curare le malattie dell’organo centrale del sistema nervoso da domani potrebbero essere usate particolari nanoparticelle capaci di stimolare elettricamente i neuroni. In questo modo, spiegano i ricercatori, si possono riattivare i tessuti compromessi.
Gli esiti dello studio “Bello” hanno mostrato la maggiore efficacia della recente tecnologia rispetto allo stent a rilascio di Paclitaxel. Inoltre, mentre questi ultimi sono impianti permanenti, i palloncini dopo il rilascio del farmaco all’interno delle pareti del vaso vengono rimossi.
I dati di follow up a quattro anni sui pazienti arruolati per lo studio di fase 2 sul farmaco orale sperimentale per il trattamento della malattia di Gaucher di tipo 1, hanno confermato il mantenimento nel tempo dei miglioramenti osservati, trasversali a tutti gli obiettivi.
Dosi maggiori e prese per via iniettiva, invece che orale, potrebbero risolvere uno dei problemi principali della cura all’osteoporosi, la mancata aderenza alla terapia. Secondo i dati, infatti, molte donne allo scadere del mese si scordano di assumere il bisfosfonato.
Un'unica molecola è capace di permettere alle cellule tumorali di sopravvivere o di morire. Il carcinoma alla mammella sa prenderne il possesso silenziando la funzione di inibitore: ricercatori del Colorado hanno scoperto come, e promettono che presto sarà disponibile un nuovo trattamento per contrastare l’effetto.
Un metabolismo energetico cerebrale compromesso, associato al diabete di tipo 2, può essere correlato allo sviluppo di demenza o Alzheimer. Ma uno studio pubblicato su Nutritional Neuroscience spiega oggi come prevenire e forse trattare questo problema: basta bere caffè decaffeinato.
La curva epidemica dell’influenza continua la sua ascesa, mezzo milione a letto solo nell’ultima settimana di gennaio. Il livello di incidenza totale ha subito un forte aumento ed è pari a 8,66 casi per mille assistiti, un mese fa aveva appena superato i 3 malati ogni 1000. Il picco a febbraio.
L’attività sportiva, per migliorare la sensibilità all’insulina nei diabetici di tipo 2, non deve per forza essere continuativa, ma può anche essere interrotta e ripresa. I risultati sono però migliori se gli esercizi fisici si fanno tutti di seguito e in stanze con livelli di ossigeno leggermente abbassati.
Man mano che invecchiamo il cervello non riesce più a condurre segnali elettrici, meccanismo che viene usato dall’organismo per codificare e trasmettere informazioni. La causa è un ingranaggio molecolare che si rovina, ma che potrebbe essere possibile riparare.
Il 3,5% delle persone sane con più di 60 anni è portatore di mutazioni nel genoma: segmenti di Dna spostati o invertiti, porzioni di cromosomi duplicati o persi. Secondo i ricercatori, questo è il motivo per cui il sistema di difese dell’organismo in vecchiaia diventa meno efficiente.
Non bisogna mai abbassare la guardia, quando si tratta di patologie come sifilide, clamidia, gonorrea e la stessa Hiv, anche in età avanzata. Uno studio appena condotto in Inghilterra dimostra come in dieci anni siano addirittura raddoppiati i contagi tra le persone ultracinquantenni.
Si tratta della prima Azienda sanitaria italiana ad aver ottenuto il riconoscimento di “Comunità amica dei bambini per l’allattamento materno”. L’assessore alla Salute, Luciano Bresciani, ha definito il riconoscimento “un risultato straordinario conseguito grazie ad un lavoro di concerto”.
Dagli Stati Uniti arriva un nuovo filone di ricerca riguardo la patologia: uno studio pubblicato su The Journal of Neuroscience sembrerebbe dimostrare che l’enzima AMPK, collegato a malattie metaboliche come diabete e obesità, possa avere un ruolo anche nello sviluppo della Sla.
Nelle pazienti di cancro al seno curate con antiestrogeni il rischio di sviluppare tumori cutanei diminuisce del 60%.
L’indicazione d’uso degli anticoncezionali assunti per via orale non prevede che venga usata per trattare un ciclo mestruale troppo doloroso. Ma uno studio oggi dimostra definitivamente che la pillola allevia la sofferenza, e si apre il dibattito tra gli esperti.
L’azione dello stress fisico e psicologico sulle sinapsi cerebrali può favorire l’insorgenza di malattie neuropsichiatriche.
Dal Bambino Gesù di Roma e dall’Università de L’Aquila arriva uno studio che mostra come funzionano le cellule del nostro scheletro e che aiuterà a prevenire patologie ossee e altre malattie. La ricerca è stata pubblicata su Nature Communications.
Si chiamano peptidi beta-amiloidi (Aβ42) e i loro livelli troppo bassi nel fluido cerebrospinale indicano, nel 90% dei casi di pazienti affetti da demenza incipiente, che questi svilupperanno il morbo di Alzheimer entro 10 anni. La scoperta arriva dalla Svezia.
Per tracciare il contagio da influenza, oltre alle statistiche ufficiali, si possono usare anche i dati registrati da strumenti come Google Flu Trends. Ottenendo dati corretti, ma in minor tempo. Secondo i ricercatori questo metodo dovrà essere affiancato a quelli tradizionali.
Pubblicato dal Sistema nazionale per le linee guida dell’Istituto superiore di sanità, il nuovo documento è rivolto sia ai professionisti che al pubblico. Lo scopo? Ridurre il numero di parti effettuati tramite intervento chirurgico, per i quali l’Italia detiene il preoccupante primato europeo.
Studiate al San Raffaele di Milano, le porzioni di Dna potrebbero portare allo sviluppo di vaccini o farmaci in grado di fermare la pandemia. Il problema – come spesso accade – è quello dei fondi. I ricercatori: “I finanziamenti europei sono finiti, non sappiamo come andare avanti”.
Marco Silano, direttore del Reparto Alimentazione, Nutrizione e Salute dell’Iss, ci ha spiegato in che modo una sola molecola potrà forse risolvere il problema dell’intolleranza alla gliadina. La ricerca che ne parla è stata pubblicata sulla rivista Journal of Cereal Science.
A poco più di cinquant’anni dalla sua entrata in scena si rincorrono dubbi e “falsi miti”. Soprattutto le donne europee si rivelano ancora ignoranti sui metodi anticoncezionali. Ma per gli esperti riuniti oggi a Berlino, i vantaggi complessivi sulla salute e sulla qualità di vita superano i possibili rischi.
Antibiotici usati per curare anche infezioni virali contro le quali sono del tutto inefficaci, o addirittura dannosi. Ma in Italia continuiamo ad usarli in maniera impropria più che altrove.
Alla base degli stati di condizioni patologiche come stati d’ansia permanenti o depressione ci sarebbe il cattivo funzionamento di una proteina che funziona da interruttore: questa sarebbe capace di spegnere o accendere la risposta adattativa del nostro cervello.
Il Cnr l’ha dimostrato: il veleno naturale potrebbe in realtà essere utile per curare patologie come Alzheimer e Parkinson. Ma gli esperti specificano: “La combustione del tabacco è cancerogena. Se la nicotina ha dei benefici, la si deve somministrare con metodi alternativi”.
A farlo i ricercatori dell'Università romana "La Sapienza", che hanno concluso i primi test sugli animali con ottimi risultati. A colloquio con Andrea Fuso, co-autore del lavoro pubblicato su Neurobiology of Aging. "Pronti alla sperimentazione clinica sull'uomo. Ma servono i finanziamenti".
Una sindrome dolorosa che, con il passare del tempo, limita i movimenti delle dita.